C.A.M.

Centro Attività Musicale

Scuola di Musica "Domenico Scarlatti"

 

REGOLAMENTO  DELLA  SCUOLA  DI  MUSICA

  

 

1) La Scuola di Musica “Domenico Scarlatti” è aperta a tutti i cittadini italiani o stranieri che vogliano frequentarla in qualità di effettivi;

2) Occorre presentare la domanda entro il 30 di settembre assieme alla quota d’iscrizione. Detta tassa da il diritto di sostenere l’esame d’ammissione, nel caso di allievi provenienti da altre scuole, l’esame finale dei Corsi frequentati e a partecipare di tutte le attività a carattere musicale - culturale organizzate dal C.A.M. Centro Attività Musicale come: concerti, conferenze, preparazione corale. Non sono previsti dalla tassa i Saggi di Studio ed i Corsi di Perfezionamento;

3) All’inizio dell’anno, all’atto dell’iscrizione, si stabilirà il tipo di pagamento che l’allievo intende effettuare: mensile, allora si pagherà per quattro settimane di lezioni, anche quando per motivi dell’allievo una o più lezioni vadano perse (non naturalmente se la lezione è persa dall’insegnante); oppure a lezione: allora si concorderà il prezzo per ogni singola lezione ed in questo modo sia allievo che insegnante avranno totale facoltà di scegliere quando farle;

4) Gli allievi che partecipano dalle lezioni settimanali verseranno le quote di frequenza anticipatamente alla prima lezione di ogni gruppo di quattro, non influendo in questo andamento quei mesi in cui capita cinque lezioni perché il mese così lo propone. Di fatto, l’eventuale quinta settimana, passerà ad essere la prima lezione di un nuovo gruppo di quattro;

5) La durata dei Corsi è annuale con frequenza settimanale per 9 (nove), 10 (dieci) oppure 11( undici) mesi dell’anno secondo i casi. Gli allievi che per causa loro vogliano usufruire di lezioni oltre il nono mese (periodo ottobre - giugno) dovranno farlo sapere al proprio insegnante che a sua volta è tenuto a comunicarlo alla Direzione del C.A.M.;

6) Non sono ammesse assenze nei giorni di lezione se non in caso di provata necessità o per malattia. In ogni caso le lezioni perse dall’allievo saranno recuperate solo in caso di possibilità del proprio insegnante. Per contro, se la lezione è persa dal proprio insegnante verrà scontata o recuperata in giorni stabiliti di comune accordo;

7) Gli allievi che intendono lasciare il Corso sono tenuti a farlo sapere con almeno un mese d’anticipo;

8) L’allievo è tenuto a presentarsi a saggi pubblici e concerti organizzati dalla Scuola. In alcun caso possono partecipare, senza l’autorizzazione della Direzione della Scuola, a saggi, concerti o manifestazioni musicali al di fuori dell’ambito della Scuola. Per poterlo fare occorre comunicare alla Direzione della Scuola l’intenzione, la quale, dopo una attenta valutazione del tipo di manifestazione, ente che patrocina, scopo e serietà della stessa, provvederà ad autorizzare tale presentazione. Fermo restando la possibilità di negarla;

9) La Direzione si riserva il diritto di annullare i Corsi, dalla quale cosa gli allievi saranno tempestivamente avvertiti e rimborsati proporzionalmente alla tassa pagata all’iscrizione;

10) La Scuola non assume alcuna responsabilità per qualsiasi rischio o danno che potesse derivare ai partecipanti al di fuori dello stabilimento della Scuola stessa;

11) Le lezioni si faranno negli orari pomeridiani fatta eccezione di richieste diverse, per motivi validi, che l’insegnante vaglierà volta per volta;

12) Le singole sedi della Scuola di Musica “Domenico Scarlatti” di Praia a Mare, possono, secondo i propri bisogni, modificare oppure aggiungere articoli al presente Regolamento dando tempestiva comunicazione alla Direzione Centrale;

13) Gli allievi che devono sostenere esami presso i Conservatori di Stato, Licei o Istituti Musicali Pareggiati, provvederanno da se a tutte le informazioni, domande, documenti da inoltrare all’atto della domanda. Tocca alla Direzione

della Scuola il compito di preparare le materie secondo i Programmi Ministeriali riservandosi il diritto di consigliare una specifica sede;

14) Per legge, la Scuola non è tenuta a rilasciare fattura o ricevuta fiscale, a meno che non vi sia una esplicita richiesta. Si prega per tanto, a chi interessato, di chiederle con una settimana di anticipo sulla scadenza.