Manuel de Sumaya

(1680 - 1755)

Cattedrale di Messico City

Grazie al Musicologo Andrès Ruiz Tarazona (Madrid - Spagna) il quale durante la conferenza su "Musica nel Cammino di San Giacomo" a Santiago de Compostela, fece ascoltare la Musica che i pellegrini cantavano durante la sera. Tra gli autori di questi canti c'erano opere di Manuel de Sumaya. Tutto questo accade durante l'edizione 1993 del Festival Internazionale "Verano Musical di Zumaia".

Da subito, la direzione del Festival, comincia ad indagare su questo compositore nato a Oaxaca, Messico, nel 1680 a chi l'Enciclopedia della Musica di Oxford e la UTET Italiana hanno dedicato uno spazio importante. Il compositore, figlio di immigrati zumaitarra (abitanti della città di Zumaia), totalmente sconosciuto in Europa, ha destato l'attenzione dei direttori artistici i quali, presero contatti col musicologo americano, Dott. Lemonde chi dopo una esaustiva ricerca in Messico trovò del materiale del compositore, partiture, notizie, dalle quali si è entrati in possesso del curriculum: organista della Cattedrale della Ciudad del Méjico. Compose misse, cantate, villancicos e la prima opera completa prodotta in America: "La Partenope" la cui prima si fece al palazzo del vice re.

Dopo tutto questo difficile percorso, la direzione artistica del Festival, organizzò nell'edizione 1994, la prima esecuzione europea della musica di Manuel de Sumaya, preceduta da una conferenza del Musicologo Andrés Ruiz Tarazona, con la partecipazione della Cappella Strumentale di San Bartolomeo e il coro da Camera di Galdakao. Questo evento ebbe risonanza Nazionale e da ogni città di Spagna, musicisti, musicologi, direttori d'orchestra, di coro ed altri, hanno partecipato al concerto che segna uno dei momenti trascendentali del Festival Internazionale di Zumaia

Organo della Cattedrale di Messico

 

ALCUNI ESEMPI MUSICALI

(disabilitare la partenza automatica del quick player, altrimenti partono tutte insieme le registrazioni!!!)

Sol-fa, de Pedro es el llanto
los gorjeos de sus voces
del cromatico explicar
del sol la vez que lloré
me subiò cuando caì

Cattedrale di Oaxaca